Presagi del destino. Emanuele Severino e il cristianesimo – Fabio Farotti

Farotti

Un nuovo volume della Collana Endlife NoteBook: Presagi del destino. Emanuele Severino e il cristianesimo di Fabio Farotti ora è scaricabile gratuitamente su Padova University Press:

http://www.padovauniversitypress.it/publications/9788869382420

«Penso che le sofferenze del tempo presente non hanno un valore proporzionato
alla gloria che si manifesterà in noi», scrive san Paolo (Rm, 8, 18); «Non sono i nati
ad attendere la loro morte, ma i morti [= i “viventi”] ad attendere la loro nascita,
ossia il sopraggiungere della terra che salva», scrive Emanuele Severino (Oltrepassare).
L’estrema vicinanza – fra cristianesimo e destino – non deve far perdere però
di vista la parimenti loro estrema lontananza. Il che significa che il destino “fonda”
il Contenuto cristiano (“il più simile” al destino stesso), il quale, sibi relictus, cede al
nichilismo. Giacché è contraddizione, ma, al tempo stesso (il più), grande presagio.

L’autore

Fabio Farotti, componente dell’ASES, collabora alle riviste «La filosofia futura» (Mimesis),
«Eternity & Contradiction. Journal of fundamental ontology» (Pensa Multimedia).
Ha pubblicato: Giovanni Gentile. Il problema della religione nell’attualismo
(Armando Editore, 1999); per Pensa Multimedia: Senso e destino dell’attualismo
gentiliano (2000); Gentile e Mussolini. La filosofia del fascismo (2001); Studio metafisico
sulla pedagogia gentiliana (2002); Sulla pedagogia del futuro. Scritti di filosofia
dell’educazione (2002); Sviluppi della pedagogia gentiliana. Paideia, Nichilismo,
Tecnica (2005); Il pensiero pedagogico di G. Rayneri (2006); per Mimesis: Il
concetto dionisiaco della vita (2009); Ex Deo-ex nihilo. Sull’impossibilità di creare/
annientare (2011); Et in Arcadia ego. L’incantesimo del nichilismo in pittura (2015);
L’eternità mancata. Spinoza (2018).

La Collana EndLife Notebook

La Collana EndLife Nootebook (ENB) si inserisce nelle attività del Master in “Death studies & The End Of Life” diretto da Ines Testoni, la quale è professoressa all’Università di Padova, ed è research fellow all’Università di Haifa (Israele). Riconosciuta tra le 100 scienziate più importanti per i suoi studi sulla morte in Italia, è autrice di circa duecento articoli scientifici e di una ventina di volumi. È stata componente del tavolo bilaterale MUR / Ministero della Salute per l’insegnamento di cure palliative nei corsi di laurea italiani e direttrice scientifica di diversi progetti europei tra i quali l’Erasmus-Plus “Death Education for Palliative Psychology”. L’obiettivo fondamentale di ENB è quello di rimuovere l’occultamento dei temi relativi alla morte e a ciò che la segue, aprendo un dibattito culturale di vasto respiro, mettendo in dialogo “hard sciences” e “soft sciences”.

Bookmark the permalink.

I commenti sono chiusi