Visioni infernali dell’India – Laura Liberale

DEFINITIVO DI STAMPA

Si annuncia la prima pubblicazione della Collana Endlife NoteBook, scaricabile gratuitamente su Padova University Press:

http://www.padovauniversitypress.it/publications/9788869382369

Visioni infernali dell’India di Laura Liberale costituisce una novità nell’ambito delle traduzioni dal sanscrito all’italiano, offrendo una panoramica, un’analisi e un raffronto sinora inediti, delle varie rappresentazioni infernali contenute nella vasta letteratura purāṇica. Il saggio illustra ampiamente i destini e i rituali post mortem, gli effetti della legge retributiva del karman, i viaggi nell’oltretomba e le vie tradizionali di liberazione dal penoso ciclo del saṃsāra.

L’autrice

Scrittrice, tanatologa e indologa, Laura Liberale è laureata in Filosofia (Università degli Studi di Torino) e dottore di ricerca in Studi Indologici (Università La Sapienza di Roma). Docente di scrittura al Master in Death Studies & the End of Life (Università degli Studi di Padova), da diversi anni tiene corsi di formazione nell’ambito filosofico, della scrittura creativa e delle Medical Humanities. Ha ottenuto riconoscimenti in svariati premi di poesia e narrativa. Suoi testi sono apparsi su riviste e antologie. Ha pubblicato i romanzi Tanatoparty (Meridiano Zero, 2009), Madreferro (Perdisa Pop, 2012), Planctus (Meridiano Zero, 2014); le raccolte poetiche Sari – poesie per la figlia (d’If, 2009), Ballabile terreo (d’If, 2011), La disponibilità della nostra carne (Oèdipus, 2017), Unità stratigrafiche (Arcipelago itaca, 2020); i saggi indologici I mille nomi di Gaṅgā (Edizioni dell’Orso, 2003), I Devīnāmastotra hindū – Gli inni purāṇici dei nomi della Dea (Edizioni dell’Orso, 2007), I nomi di Śiva (Cleup, 2018). È presente tra gli autori di Nuovi poeti italiani 6 (Einaudi, 2012).

La Collana EndLife Notebook

La Collana EndLife Nootebook (ENB) si inserisce nelle attività del Master in “Death studies & The End Of Life” diretto da Ines Testoni, la quale è professoressa all’Università di Padova, ed è research fellow all’Università di Haifa (Israele). Riconosciuta tra le 100 scienziate più importanti per i suoi studi sulla morte in Italia, è autrice di circa duecento articoli scientifici e di una ventina di volumi. È stata componente del tavolo bilaterale MUR / Ministero della Salute per l’insegnamento di cure palliative nei corsi di laurea italiani e direttrice scientifica di diversi progetti europei tra i quali l’Erasmus-Plus “Death Education for Palliative Psychology”. L’obiettivo fondamentale di ENB è quello di rimuovere l’occultamento dei temi relativi alla morte e a ciò che la segue, aprendo un dibattito culturale di vasto respiro, mettendo in dialogo “hard sciences” e “soft sciences”.

Bookmark the permalink.

I commenti sono chiusi